Barbera d’Asti Docg

Camp du Rouss

Letteralmente campo del rosso (in piemontese “camp” significa vigna, “du rouss” significa del rosso, dai capelli rossi), il vino deve il suo nome al primo proprietario delle vigne: un omaccione dai capelli rossi che impauriva i bambini.

Barbera d'Asti Camp Du Rouss

Denominazione:
Barbera d’Asti d.o.c.g.

Vitigno:
Barbera

Prima annata prodotta:
1985

Area di produzione:
sud astigiano

Esposizione:
sud – sud ovest

Tipo di terreno:
marne argillose-calcaree con prevalenza limo

Altitudine vigneti:
200-250 m s.l.m.

Forma di allevamento:
Guyot

Densità d’impianto:
4.000 – 5.000 piante per Ha

Vendemmia:
selezione in vigneto delle uve più sane e mature raccolte a mano in cassette da 20 Kg

Vinificazione:
macerazione a contatto delle bucce con brevi e delicati rimontaggi

Affinamento:
12 mesi in barriques di rovere francese (80 % di secondo e terzo passaggio, 20 % nuove)

Colore:
rosso rubino carico

Al naso:
intensi sentori di frutta rossa matura e spezie

In bocca:
fine, di buona struttura e persistenza

Abbinamenti:
pasta e fagioli, risotto ai porcini, pollo alla cacciatora

Temperatura di servizio:
16°/18° C.

Formati:
0,375 l. – 0,750 l. – 1,5 l. – 3 l.

Scheda tecnica

Rassegna stampa cosa dicono su questo vino...