Le storiche cantine Coppo

Cattedrali sotterranee, Patrimonio Mondiale dell’Umanità

Le storiche cantine Coppo sono state dichiarate dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità: un riconoscimento prestigioso, che riempie l’azienda di orgoglio e che fa delle Cattedrali Sotterranee un tempio dedicato al vino, alla sua storia e al duro lavoro dell’uomo.

Edificate con ogni probabilità a partire dal XVIII secolo come piccole cantine di conservazione, rimaneggiate e ingrandite nel corso dell’ ’800 e del ‘900 fino alle ristrutturazioni e alle sistemazioni moderne, le storiche cantine Coppo si sviluppano sotto la collina di Canelli per un’estensione di oltre 5 mila metri quadrati e una profondità che, nel suo punto più basso, raggiunge i 40 metri.

Recentemente ribattezzate “Cattedrali Sotterranee”, per la loro spettacolare bellezza, la loro unicità e storicità, sono composte da gallerie, cunicoli, lunghi corridoi e ampie volte valorizzate da un sapiente gioco di luci che sottolinea il monumentale lavoro di scavo e mette in risalto, in alcuni punti, il tufo di Canelli che affiora mostrando il cuore della collina.

Oltre alla bellezza dell’impianto, il tufo calcareo di Canelli è un prezioso alleato: duro da picconare e incredibilmente stabile, funge da perfetto isolante termico, mantenendo un’umidità costante e una temperatura tra i 12 e i 14 gradi, condizioni ideale per l’affinamento dei grandi vini.

Per questo, a partire dalla seconda metà dell’800 e durante i primi anni del XX secolo, sotto la città di Canelli vennero scavati diversi chilometri di gallerie. Il sottosuolo divenne un vero “monumento enoico”, testimonianza di come l’architettura è in grado di adeguare i luoghi del vino alle trasformazioni e alle esigenze del ciclo produttivo.

Nelle gallerie non avveniva soltanto lo stoccaggio e l’affinamento dei vini, ma l’intero processo di vinificazione i cui resti (presse, sistemi di filtraggio, tini, botti, macchinari) sono ancora oggi visibili a tangibile ricordo di un tempo passato.

Le cantine Coppo in numeri

Visite guidate e degustazioni

La visita, articolata in 7 stazioni, presenta la storia e la produzione dell’azienda, con approfondimenti sui vitigni del Piemonte, la conduzione dei vigneti e i metodi tradizionali di vinificazione.

È possibile scegliere tra tre differenti formule di visita per personalizzare e rendere più esclusiva le proprie esperienza.

La cantina Coppo è visitabile tutti i giorni, fine settimana inclusi, solo su prenotazione

Member of The Grand Wine Tour

Ultime dal blog news, eventi, riconoscimenti e tanto altro...

Pubblicato il in News ed eventi

Sempre Lui

I vini dell’estate e la barbera in vacanza

Un vino giusto, perfetto, bevuto in un tardo pomeriggio d’estate. Un ricordo preciso, una memoria di profumi e aromi che nella stagione calda richiamano l’acquolina in bocca. Ma c’è davvero un vino per l’estate? Il vino è libertà e piacere...

Scopri di più >

Pubblicato il in News ed eventi

Coppo Riserva Coppo

Premi e riconoscimenti 2021

Premi e riconoscimenti raccolti dai vini Coppo nel 2021. 02/10/2021 Vini d’Italia 2022 Camp du Rouss 2019 ha ricevuto i Tre Bicchieri, premio della guida Vini d'Italia 2022 edita dal Gambero Rosso. 28/09/2021 Vinous Nuovi riconoscimenti da Vinous, a...

Scopri di più >

Pubblicato il in News ed eventi

Cantine Coppo entra a far parte del Gruppo Dosio

Cantine Coppo da oggi entra a far parte del Gruppo Dosio. Preservare e valorizzare la tipicità delle Langhe e del Monferrato, due territori d’eccellenza riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, sono alla base dell’accordo che...

Scopri di più >